Tempo di lettura: < 1 minuto

Proprio quando sembrava tutto chiarito, ecco che arriva un nuovo colpo di scena: trasferta libera, ma ormai è troppo tardi. I tifosi granata non hanno mandato giù il primo niet, la ricucitura da parte dei ‘politici’ non ha soddisfatto i supporters della Salernitana. 

Questo il comunicato di sei gruppi della Curva Sud Siberiano:

“Noi disertiamo. Noi che non ci pieghiamo a decisioni assurde, cervellotiche, discriminatorie soprattutto verso i nostri fratelli, restiamo a casa. Per noi il gesto resta, la discriminazione resta. La decisione presa dal questore era questa e non è certo l’intervento dei politici che ne modifica la gravità. Qualcuno si è piegato alla politica. Noi invece vogliamo giustizia. Noi non dobbiamo ringraziare nessuno. La trasferta a Castellammare era un nostro diritto non un regalo politico. Per dignità quindi rinunciamo al nostro amore e soffriremo da casa, ma per noi questo è il modo di essere ultras senza compromessi e senza padroni”.

NUOVA GUARDIA
NUCLEO STORICO
FRANGIA KAOTIKA
PRIGIONIERI DI UNA FEDE
IGUS
MAI SOLA