Università di Salerno: grande successo per la “RobotCup@School 2019”

Tempo di lettura: 3 minuti
Salerno – Nell’Aula Magna dell’Università di Salerno, gremita di studenti, docenti e dirigenti scolastici di 26 scuole superiori del territorio, si sono tenute le finali della RobotCup@School 2019, la competizione di programmazione di robot umanoidi, promossa dal Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione ed Elettrica e Matematica Applicata (DIEM) dell’Università di Salerno.
 
L’iniziativa, inserita nell’ambito dei progetti di alternanza scuola lavoro realizzati dal DIEM, è tra le principali attività di orientamento in ingresso per il corso di laurea in Ingegneria Informatica dell’ateneo salernitano. Nel semestre precedente la manifestazione, i giovani studenti, organizzati in squadre, hanno lavorato nei laboratori del DIEM presso il campus di Fisciano alla realizzazione di un programma per il robot umanoide Pepper, elaborando soluzioni in differenti aree tematiche. 
Il Direttore DIEM, prof. Mario Vento sottolinea come “La RobotCup@School costituisca un modo innovativo ed efficace per fornire agli studenti delle scuole superiori gli strumenti per affrontare con una maggiore consapevolezza la scelta del corso di studi universitario, che ha dato l’opportunità di avvicinarsi a tematiche di grandissima attualità quali la robotica cognitiva, la visione delle macchine, l’intelligenza artificiale, tutte discipline oggetto di studio ed approfondimento nell’ambito del corso di studi di Ingegneria Informatica. Gli studenti hanno avuto modo di affacciarsi al mondo di una professione ancora non del tutto nota, sebbene molto richiesta dal mercato del lavoro, come confermato dal fatto che un ingegnere informatico riesce a trovare occupazione nel giro di poche settimane dal conseguimento dalla laurea. Un settore in cui il problema della disoccupazione è assolutamente sconosciuto”.
 
Il prof. Gennaro Percannella, delegato all’orientamento in ingresso del DIEM, si sofferma sui numeri che hanno contrassegnato anche questa terza edizione dell’iniziativa: “51 progetti presentati per 4 aree tematiche, 6 premi speciali, il patrocinio della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, la sponsorship di Intesa Sanpaolo Innovation Center e di A.I. Tech srl, confermano il grande interesse che l’iniziativa riesce a suscitare nei giovani talenti delle scuole superiori del territorio e la crescente attenzione di importanti enti e realtà aziendali nazionali”. 
 
Conclude infine il prof. Vento con le “congratulazioni ai giovani allievi che hanno partecipato con passione alla competizione. Un augurio speciale è indirizzato a quelle scuole che sono risultate vincitrici: il Liceo Scientifico “P.S. Mancini” di Avellino nell’area tematica “Pepper in Europa”, l’Istituto di Istruzione Superiore IPSAR “Piranesi” di Capaccio nell’area tematica “Pepper professore”, il Liceo Scientifico “B. Rescigno” di Roccapiemonte nell’area tematica “Pepper a lavoro”, l’Istituto di Istruzione Superiore “Pitagora” di Pozzuoli che con il Liceo Scientifico “A. Genoino” hanno primeggiato ex-aequo nell’area tematica “Pepper animatore”.