Tempo di lettura: 2 minuti

Pollica (Sa) – Sono le 10 del mattino e un corteo silenzioso di persone, parenti e amici con gli occhi lucidi, accompagna dal porto alla chiesa di Acciaroli, il feretro di Giuseppina Masarone, la mamma del sindaco pescatore di Pollica, Angelo Vassallo.
94 anni, vedova, l’anziana è deceduta mercoledì sera nell’ospedale San Luca di Vallo della Lucania dove era ricoverata da qualche giorno nel reparto di rianimazione.
Le esequie dell’anziana si sono svolte stamane nella chiesa collocata sul porto di Acciaroli dove, a fare da sfondo ad una giornata triste e dolorosa per la comunità di Pollica, c’era il rumore delle onde del mare del sindaco pescatore che sembravano voler rendere omaggio alla coraggiosa Giuseppina, andata via senza vedere assicurati alla giustizia gli assassini del figlio.
Una donna umile e una mamma coraggiosa, la signora Giuseppina, che dal 5 settembre 2010, giorno in cui venne ucciso suo figlio, il sindaco di Pollica, Angelo Vassallo, non ha mai smesso di credere nella giustizia.
Trucidato con nove colpi di pistola da mani armate ed ancora ignote, l’omicidio del sindaco ambientalista resta ancora un mistero sul quale indaga la Procura della Repubblica di Salerno.
L’anziana è stata ricordata oggi dalla comunità di Pollica che si è stretta intorno al dolore dei figli e dei nipoti. Messaggi di cordoglio sono giunti da associazioni, amministratori e amici che da tutta Italia hanno espresso vicinanza alla famiglia Vassallo e al figlio Dario, presidente dell’associazione “Angelo Vassallo, Sindaco Pescatore”.
Ieri sera, sulla sua pagina facebook, anche l’ex presidente della Regione Campania, Antonio Bassolino, ha voluto rivolgere un pensiero commosso alla mamma del sindaco Vassallo – “Un bacio alla mamma di Angelo – ha scritto Bassolino – e abbraccio affettuoso a tutta la famiglia Vassallo”.