Tempo di lettura: < 1 minuto

Alfonso Migliorino, il ferroviere agropolese risultato positivo al coronavirus è deceduto questa mattina per un arresto cardiaco a seguito di una grave crisi respiratoria. La notizia è stata diffusa dal sindaco di Agropoli, Adamo Coppola.  Il paziente era stato ricoverato la scorsa settimana in gravi condizioni presso l’ospedale San Luca di Vallo della Lucania nel reparto di rianimazione. 

L’Amministrazione comunale di Agropoli attende in queste ore anche gli esiti di due tamponi, che fanno riferimento al ferroviere e alla sua famiglia. Sulle analisi c’è un giallo:  pare infatti che gli stessi siano andati persi e per questo sia stato richiesto all’Asl di rifarli. “Confidiamo in una maggiore celerità per conoscerne gli esiti. Grazie alle nostre istanze e alla confusione che si era venuta a creare sulla questione tamponi, ai laboratori già precedentemente attivi, si è unito anche quello afferente l’ospedale di Eboli – ha commentato Coppola- Questo aiuterà l’Asl ad essere più efficiente nella produzione dei risultati”.

Ad oggi, nel comune di Agropoli, risultano 12 soggetti positivi. Da annotare una persona guarita.