Tempo di lettura: 2 minuti

Mise a segno una rapina ai danni di un supermercato di via San Leonardo a Salerno, per questo motivo Giuseppe Merano è stato arrestato. Le manette ai polsi dell’uomo sono scattate su ordine di custodia cautelare in carcere emessa dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Salerno, Maria Zambrano, su richiesta del Sostituto procuratore, Maurizio Cardea.

Gli agenti della Questura di Salerno hanno ammanettato Giuseppe Merano nella sua abitazione. Le indagini sono state avviate immediatamente dopo la commissione di una rapina consumata il 27 marzo scorso, all’interno di un supermercato di via San Leonardo. L’uomo entrò nell’esercizio commerciale in pieno giorno, armato di una pistola ed incurante delle numerose persone presenti, minacciando il cassiere di consegnargli l’intero incasso. Una volta impossessatosi del denaro, pari a mille euro, si diede alla fuga, abbandonando gli abiti, l’arma utilizzata (poi risultata giocattolo e priva del tappo rosso) e uno scaldacollo usato per non rendersi riconoscibile. Le immediate indagini condotte dagli investigatori della Squadra Mobile si sono incentrate sull’acquisizione delle immagini presenti nei sistemi di videosorveglianza posti sia all’interno dell’esercizio commerciale che lungo il percorso usato per guadagnarsi la fuga. Grazie alle estrapolazioni dai filmati ed alle dichiarazioni delle parti offese e dei testimoni presenti, è stato possibile accertare senza ombra di dubbio, la grave responsabilità della persona sottoposta al provvedimento cautelare. Giuseppe Merano è stato condotto presso la casa circondariale di Fuorni.