Tempo di lettura: 1 minuto

Salerno – Sulle battute finali dell’odierno Consiglio comunale, l’assessore all’urbanistica Mimmo De Maio ha approfondito i temi di sua stretta competenza: “La chiesa del Galiziano – dice in relazione al punto 4 all’ODG, approvato con 25 voti favorevoli e 1 contrario (Zitarosa) – torna in Consiglio perché la volontà della Parrocchia proponente è di rivedere il progetto. Originariamente vi fu la proposta, accettata, di una compensazione di aree. Oggi la Parrocchia ci fa sapere che intende realizzare la chiesa nell’ambito delle aree originariamente nella propria disponibilità. Ne abbiamo preso atto votando la revoca dell’autorizzazione alla costruzione della chiesa così come da vecchio progetto; attendiamo di conoscere il nuovo disegno”. Piccoli ma sostanziali passi in avanti anche nell’iter di realizzazione dei lavori di escavo del porto (“le sabbie del fondale da rimuovere sono state caratterizzate”) e sul ‘fronte di mare’: “Attingiamo dal fondo rotativo della Regione per la progettazione; stiamo accelerando: avremo a breve i progetti esecutivi che ci consentiranno di candidarci per intercettare le risorse necessarie ai lavori da realizzare nell’area compresa tra Santa Teresa ed il fiume Picentino in integrazione con la parte già realizzata del lotto 3 che va dal Polo Nautico di Pastena al porto Marina d’Arechi”.