Urbanistica, buche e bagni rotti. Ma il Comune mostra spiagge e fontane

Tempo di lettura: 3 minuti

Salerno – La misura del momento storico attraversato dalla città sta nelle modalità (la corsa a pubblicare sui social) e nei contenuti (la valorizzazione di servizi ordinari) delle notizie divulgate dai vertici (politici) dell’Amministrazione comunale. Nelle scorse ore dapprima il sindaco ha annunciato la pulitura della fontana e della strada adiacenti il Grand Hotel, suscitando le reazioni dei commentatori qualcuno dei quali, sostanzialmente, gli ricorda che semmai la notizia starebbe nella ‘mancata pulizia’; che la strada chiusa al traffico è un tappo alla viabilità della Lungoirno; che sarebbe opportuno oltre che salubre eliminare l’acqua piovana e stagnante dell’ex fontana ecc…

Qualche ora dopo a cimentarsi con internet è stato il redivivo assessore all’urbanistica (e mobilità) Mimmo De Maio che, nelle stesse ore  in cui Italia Nostra si soffermava sul più grande condominio privato di Salerno, il Crescent (nella foto sotto le proporzioni rispetto alla nave Mein Schiff 2), ha deciso di spostare l’attenzione sulla (pur apprezzabile) evoluzione di una vicenda ordinaria. Annuncia: “Finalmente risolto il contenzioso con l’impresa che aveva eseguito i lavori di protezione della costa sul Lungomare Colombo di Salerno. Da domani la spiaggia sarà fruibile da tutti. Recuperiamo i posti auto fino ad oggi impegnati dall’area di cantiere e restituiamo la spiaggetta di Pastena ai cittadini. Rispettiamola”. Quindi posta foto in cui l’attenzione di chi guarda è catturata più dalle sue pose che dall’arenile sullo sfondo. Nei commenti di utenti che, evidentemente, non dimenticano le affermazioni degli anni  precedenti (De Maio è assessore da diversi lustri), si contano numerosi spunti polemici.

Tutt’attorno Salerno vive invece la realtà che ben altre foto svelano: nel giorno sello sbarco dei circa 3mila crocieristi della gigantesca Mein Schiff 2, i bagni pubblici del lungomare sono risultati rotti “a causa dell’intasamento delle pompe”, svela un operaio di Salerno Pulita accorso sul posto. Si apprende che il guasto ha reso inagibile il servizio già da due giorni (vedi foto sopra). Con l’attracco del grosso transatlantico da crociera programmato da tempo, si sarebbe potuto provvedere con urgenza ad eliminare un disservizio, decisamente fastidioso per una città chiamata alla doverosa accoglienza. In altra zona, in via Acquasanta-angolo via Marchisano, si è aperta una grossa buca nel manto stradale (foto sopra di Giovanni Capuano), prontamente neutralizzata da una pattuglia di Vigili urbani; si aggiunge a quelle che già da tempo hanno arricchito il panorama urbano a Pastena (altezza porticciolo) e al viale del lungomare foto sopra).

Ma qui, sindaco ed assessori, non vengono a farsi i selfie.