- Pubblicità -
Tempo di lettura: 2 minuti

Pianista tra i più illustri della scena internazionale, Boris Berman si esibisce per il 27° Amalfi Coast Music & Arts Festivalmartedì 9 luglio, in un concerto ospitato nella magnifica cattedrale della Badia di Cava de’ Tirreni (ore 19, ingresso libero). Il celebre pianista sarà impegnato in un affascinante programma che spazierà, tra gli altri, da quattro capolavori romantici della letteratura pianistica di Schubert, gli Improvvisi op. 142, ai Cinque Preludi op. 74 di Scriabin, compositore di cui Berman ha inciso l’integrale delle sonate per pianoforte, fino alla suggestiva suite “Estampes” di Debussy.

Insigne didatta oltre che acclamato concertista, professore e capo del dipartimento di pianoforte della statunitense Yale University School of Music, Berman da anni è tra i docenti dell’Amalfi Coast Music & Arts Festival, in cattedra per le masterclass che anche in questa edizione hanno richiamato in Costiera studenti da tutto il mondo.

Primo pianista ad incidere l’opera completa per pianoforte solista di Prokofiev, Berman si è formato al Conservatorio Tchaikovsky di Mosca sotto la guida di Lev Oborin. Trasferitosi in Israele e successivamente negli Stati Uniti, ha suonato in tutti i continenti con le maggiori orchestre (tra le altre, Philharmonia di LondraToronto SymphonyFilarmonica di San PietroburgoFilarmonica d’IsraeleHouston Symphony), per le più importanti stagioni musicali, e con artisti come Mischa MaiskyHeinz HolligerNatalia GutmanTokio Quartet, solo per citarne alcuni.

Nominato al Grammy Award nel 2003 per la registrazione, con il Vermeer Quartet, dei Quintetti per pianoforte di Shostakovich e di Schnittke, annovera, tra le sue acclamate incisioni, un recital di composizioni pianistiche di Shostakovich, premiato con il prestigioso Edison Classic Award. Tra i riconoscimenti in campo didattico, è stato insignito del titolo di professore onorario del Conservatorio di Shanghai e del Conservatorio Reale Danese di Copenhagen. E’ anche autore di testi, tradotti in diverse lingue, sulla tecnica e l’interpretazione pianistica.

         Il festival, organizzato dal Center of Musical Studies di Washington, per la direzione di Sasha Katsnelson e di Leslie Hyde, proseguirà in Costiera con un fitto calendario di appuntamenti fino al 29 luglio e tornerà a fare tappa a Cava de’ Tirreni il 25 con un concerto del cinese Hong Xu, nella chiesa di Santa Maria Assunta in Cielo e delle Anime del Purgatorio (ore 19). Tutti gli appuntamenti sono ad ingresso libero.