Tempo di lettura: < 1 minuto

Angri (Sa) – Il sindaco di Angri, Cosimo Ferraioli ha firmato questa mattina, con l’approvazione della sua giunta comunale, la delibera con la quale il Comune chiede ufficialmente alla Regione Campania il riconoscimento dello stato di calamità naturale dopo gli ennesimi allagamenti che hanno colpito il suo territorio. La richiesta arriverà sul tavolo del vicepresidente della giunta regionale, Fulvio Bonavitacola che pochi giorni fa aveva compiuto un sopralluogo nelle zone per seguire da vicino i lavori che la regione Campania sta predisponendo e per i quali il sindaco di Angri ora chiede che si dia un’accelerazione. Questa mattina Bonavitacola ha convocato tutti i vertici dei consorzi di bonifica e degli enti interessati al problema delle esondazioni che riguarda in modo particolare il Rio Sguazzatoio e che, a parte Angri, finisce per avere disagi importanti anche per la comunità di San Marzano sul Sarno, dove ieri è stato necessario allontanare dalle case 30 famiglie.