Tempo di lettura: 2 minuti

Salerno – “Immigrazione: politica e umanità”. E’ questo il tema del primo appuntamento dell’undicesima edizione di “Segreti d’Autore”, il Festival dell’Ambiente, delle Scienze, delle Arti e della Legalità ideato da Ruggero Cappuccio e diretto da Nadia Baldi. Una produzione Manovalanza, in collaborazione con Teatro Segreto, finanziata dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Alle 21.30 di venerdì prossimo 30 luglio, nella storica cornice di Palazzo Coppola a Valle Cilento/Sessa Cilento, lo scrittore e regista Ruggero Cappuccio dialogherà sull’argomento con il Procuratore Nazionale Antimafia, Federico Cafiero De Raho, e con l’europarlamentare Franco Roberti. Un incontro che servirà per fare luce sulla gestione europea dei fenomeni migratori, partendo dalla consapevolezza che occorre modificare la politica dei respingimenti e fare sempre più dei Paesi dell’Unione Europea, nessuno escluso, luoghi di accoglienza e di umanità. Conciliando, anche attraverso un’integrazione che sia in grado di rispettare le differenze e trasformarle in un elemento di ricchezza, visioni che potrebbero essere contrapposte soltanto in apparenza. Per fare questo c’è bisogno però di risposte adeguate, politiche coraggiose, oneste e lungimiranti, basate essenzialmente sul rispetto dei diritti inviolabili di ogni essere umano. Partendo proprio da quelle condizioni che rendono la vita di ognuno degna di essere vissuta.

L’ingresso è su prenotazione a  [email protected] fino ad esaurimento posti. La mail di conferma dovrà essere esibita, in forma cartacea o tramite cellulare, al personale del Festival. A causa del ridotto numero di posti disponibili, l’eventuale disdetta va fatta entro le 24 ore dall’evento. Per tutta la durata della rassegna, che si concluderà il 10 agosto, dalle ore 11 alle 15 sarà attivo per ogni informazione il numero 348.4102880.