Ladri napoletani nelle scuole salernitane: due arresti (VIDEO)

Tempo di lettura: 2 minuti

Salerno – I Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina, all’esito di una articolata attività investigativa coordinata dalla Procura della Repubblica di Lagonegro (Potenza) hanno dato esecuzione ad ordinanza di applicazione di misure cautelari, emessa dal competente GIP, nei confronti di due pluripregiudicati – un 24enne ed un 39enne di Somma Vesuviana (Napoli) – ritenuti responsabili di numerosi furti pluriaggravati in danno di diverse scuole della provincia di Salerno (comprensorio del Vallo di Diano) e di una sede municipale. L’indagine, convenzionalmente denominata “safe schools – scuole sicure”, condotte dalla Sezione Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Sala Consilina in pochi mesi
ha fatto luce sui furti consumati presso le scuole site nei Comuni salernitani di Padula, Sassano, Monte San Giacomo, San Pietro al Tanagro e Casalbuono nonché presso il Municipio di San Pietro al Tanagro in danno dei quali risultavano complessivamente asportati 46 personal computer, in dotazione alle istituzioni scolastiche ed all’Ente locale, per un valore complessivo di circa 20.000 euro. Le investigazioni hanno consentito anche di svelare il modus operandi dei malviventi i quali preparavano ed eseguivano gli atti predatori utilizzando, per raggiungere gli obiettivi ed eludere il rintraccio ed i controlli delle forze di polizia, autovetture di media cilindrata, prese a noleggio presso società di car rental site nell’hinterland napoletano. Nel corso delle attività di prevenzione svolte dai Carabinieri in sinergia con gli elementi investigativi emergenti, venivano altresì sventati due furti presso due diverse scuole, con la fuga dei fuorilegge.