Tempo di lettura: 2 minuti

Cava de’ Tirreni (Sa) –  Nel pomeriggio di ieri, mercoledì 21 luglio, il personale della Polizia municipale in servizio al centro storico è intervenuto per evitare che l’incomprensibile comportamento del sessantunenne A. A. di Pagani, potesse causare seri danni a persone e cose lungo corso Umberto I.

Per ragioni inspiegabili, A.A., intorno alle 18, a bordo di una Lancia Ypsilon, si è immesso contromano da piazza San Francesco lungo il borgo Scacciaventi, collidendo un’altra auto proveniente in senso contrario all’altezza della mediateca ed investendo fortunatamente in maniera lieve la conducente che intanto era scesa dal veicolo. Gli agenti Avagliano e Pisani, con il coordinamento del cap. Adinolfi,  sono prontamente intervenuti cercando di bloccare l’autoveicolo, il conducente però si sottraeva repentinamente al fermo innestando la retromarcia e percorrendo il borgo fino a piazza San Francesco per poi cercare di sfuggire alla cattura avviandovi verso via XXV Luglio, dove investiva anche due ciclisti, per fortuna restati illesi. Allertato anche il Commissariato, un’auto della Polizia di Stato si è aggiunta all’inseguimento ed A. A. è stato raggiunto a Roccapiemonte ed arrestato.

“Mi congratulo con gli agenti intervenuti – afferma l’Assessore alla Polizia municipale, Germano Baldi – per l’intervento non facile, trovandosi di fronte una persona evidentemente alterata che poteva causare danni veramente seri a chi si fosse trovato davanti. Sono orgoglioso di rappresentare il nostro glorioso Corpo di Polizia Municipale che nonostante le difficoltà lavora con dedizione e attaccamento alla città. La professionalità e la preparazione della nostra Polizia municipale, insieme al tempestivo intervento degli agenti della Polizia di Stato, ha evitato il peggio”.