Tempo di lettura: 2 minuti

Sono stati tutti resi i pareri attesi dagli Enti sovraordinati, necessari alla definitiva approvazione del PUC, Piano Urbanistico Comunale.

In via di definizione anche ultimo parere di conformità che a breve si attende dalla Provincia di Salerno, e nel prossimo mese di marzo è prevista la convocazione del Consiglio Comunale per la sua definitiva approvazione.

In nuovo PUC, che si attendeva da decenni, ridisegna il territorio cavese ed è stato redatto anche con la collaborazione di tutti i rappresentati della società civile, a cui sono state chieste osservazioni e proposte che sono state tutte vagliate e, nei casi consentiti, recepite.

Tre i progetti guida: “Il parco urbano delle nuove centralità lungo le infrastrutture di fondovalle”;  “La rete della valorizzazione storico-ambientale e delle identità locali”; “L’anulare della rigenerazione urbana della città contemporanea”.

Cinque le visioni di Cava de’ Tirreni: “Città bella ed identitaria”; “Città concreta e produttiva”; “Città rigenerata e ospitale”; “Città ecologica”; “Città cerniera territoriale”.

“Dopo dieci anni dall’ultima proposta di PUC – afferma il Sindaco Vincenzo Servalli – completiamo un lavoro che era stato lasciato nel dimenticatoio. Dopo cinque anni di impegno, studio, analisi, consegniamo alla città uno strumento fondamentale per la crescita e lo sviluppo. Un Piano che prevede progetti concreti ed una visione della Cava de’ Tirreni del futuro, partendo dalla nostra storia, da un patrimonio straordinario di risorse che devono essere rigenerate, in un contesto di ecosostenibilità e di creazione di nuove opportunità in grado di generare lavoro, occupazione e crescita economica”.