Tempo di lettura: < 1 minuto
Sono circa 400 le famiglie che, a Cava de’ Tirreni, hanno fatto richiesta finora di un sostegno alimentare e alle quali i 30 volontari della Protezione Civile cavese stanno consegnando il pacco dell’operazione “Nessun Cavese senza Cibo”, organizzata dall’Amministrazione Servalli, in collaborazione con la Caritas.
 
Una vera e propria gara di solidarietà che sta dimostrando il cuore grande dei cavesi. Sono tante le aziende agroalimentari del territorio, ma anche supermercati, negozi, e tantissimi sono anche i cittadini che stanno donando prodotti di prima necessità, dalla pasta agli omogeneizzati, dall’olio alla farina, dal tonno ai legumi in scatola, ed anche farmaci da banco.
 
Con la situazione di grande emergenza sanitaria in corso, il bisogno tocca una fascia di popolazione molto ampia, fatta anche di chi si è trovato da un giorno all’altro senza sostegno economico. Un lavoro, quello dei volontari, prezioso, duro, meticoloso, che parte dal ritiro alla catalogazione, prodotto per prodotto, di quanto viene donato, dalla composizione dei pacchi in funzione dei componenti dei nuclei familiari, e infine, alla consegna a domicilio. E tutto con lo spirito di servizio che li contraddistingue, senza mai fermarsi, ogni giorno e sempre pronti a ripartire.