Tempo di lettura: 2 minuti

Pollica (Sa) – Porta anche i nomi dei senatori Gianni Pittella, Valeria Fedeli, Gianluigi Paragone, Gabriele Lanzi e Laura Garavini, la proposta di legge per l’istituzione di una commissione parlamentare d’inchiesta sull’omicidio del sindaco di Pollica, Angelo Vassallo, stilata e depositata nei giorni scorsi in commissione al Senato, dal senatore, Matteo Richetti.

L’omicidio del sindaco «pescatore» (così soprannominato e noto per la sua professione) rappresenta una delle pagine più buie della vita democratica del nostro Paese – si legge nella proposta depositata in Senato. – A nove anni di distanza dall’omicidio – scrivono – il caso Vassallo è ancora una pagina densa di misteri e domande inevase.  …Libri e sceneggiate televisive che, in questi anni hanno trattato di volta in volta gli aspetti sconosciuti inerenti la vicenda, hanno palesato il desiderio di conoscenza e di verità di molti italiani. Ed è proprio per accompagnare questa ricerca della verità – spiegano – per cercare di fare luce su aspetti inediti, nonché per il dovere che come parlamentari della Repubblica sentiamo nei confronti della nostra storia e delle generazioni future che intendiamo chiedere con la presente proposta, l’istituzione di una Commissione Parlamentare di inchiesta sull’omicidio di Angelo Vassallo”.

Trucidato con nove colpi di pistola da mani armate ed ancora ignote, la sera del 5 settembre 2010 mentre stava facendo rientro a casa a bordo della sua auto a Pollica, l’uccisione del sindaco Angelo Vassallo resta ancora un mistero sul quale indagano gli inquirenti e la  Procura della Repubblica di Salerno, mentre la Fondazione intitolata al primo cittadino e presieduta dal fratello Dario Vassallo porta avanti una serie di battaglie di legalità e azioni per chiedere verità e giustizia, invocando l’istituzione di una commissione parlamentare d’inchiesta.

Commissione, proposta nel 2017 anche dal deputato Edmondo Cirielli e che ora, è stata riproposta dal senatore Matteo Richetti al Senato. Inchiesta parlamentare con la proposta di istituzione di una Commissione, chiesta anche con un appello inviato il mese scorso ai parlamentari modenesi, anche dal sindaco del comune di Fiorano Modenese, Francesco Tosi.