- Pubblicità -
Tempo di lettura: 3 minuti

Un luogo magico, il Castello del Parco Fienga, immerso in un’atmosfera sognante, mentre si proietta all’orizzonte avvolto dai colori del tramonto: una location di straordinaria bellezza accoglierà il Concerto Parlante, lo spettacolo di teatro canzone scritto da Luca Petrosino e Davide Speranza dal forte potere evocativo, in programma domenica 26 maggio 2024 alle ore 19.30.

Non solo sceneggiatura, ma anche musiche ‘per e con’ mandolino del repertorio dal Barocco al Jazz, grazie alla collaborazione dell’Accademia Mandolinistica Napoletana.

Un’esplorazione sonora che si muove tra brani inediti e il grande patrimonio identitario, che proietterà lo spettatore in una dimensione emozionale dell’anima. A comporre l’ensemble cinque musicisti e 2 narratori: la presenza straordinaria di Mauro Squillante, presidente dell’Accademia Mandolinistica Napoletana, e di Nando Citarella, cantattore e viaggiatore della musica. Sul palco Ottavio Gaudiano (contrabbasso), Luca Petrosino (ideazione, chitarra, mandolino e voce), Gianmarco Volpe (chitarra classica e acustica), Davide Speranza (drammaturgia e voce narrante), Francesco Gegnacorsi (suoni e proiezioni) e Tommaso Immediata (mandolino).

Il Concerto Parlante gode del patrocinio morale del Comune di Nocera Inferiore e rientra tra gli eventi promossi dall’associazione RVAC Ridiamo Vita al Castello, nata dalla volontà condivisa di un gruppo di giovani cittadini di valorizzare e rendere fruibile alla collettività il patrimonio artistico e culturale simbolo identitario del territorio dell’Agro Nocerino Sarnese. La finalità ambiziosa è di conferire al complesso monumentale la condizione “non di sopravvivere”, ma di svolgere un ruolo attivo nella società e per le generazioni future.

Sono profondamento grato – esordisce Luca Petrosino, musicista e ideatore del Concerto Parlante – A questo punto della mia vita, la musica non è più solo un sogno, ma una realtà tangibile e quotidiana. Eppure, c’è un’emozione unica che pervade il mio essere mentre mi preparo a salire sul palco, una sensazione che trascende il semplice fare musica. È l’emozione di ritornare a casa, nel luogo che ha plasmato i miei primi passi artistici: il Castello del Parco Fienga a Nocera. È un tempio dei ricordi giovanili, un santuario dei sogni e delle aspirazioni. È qui che ho imparato a credere nella potenza della musica, e ora, anni dopo, è qui che mi ritrovo, pronto a condividere il mio percorso”.

Il “Concerto parlante” diventa, così, un momento quasi intimo: una connessione unica con il pubblico, con la presenza di musicisti straordinari provenienti da ogni angolo d’Italia.

È un tributo alla bellezza della diversità e alla potenza dell’armonia. Mi sento onorato di poter coinvolgere anche talenti e artisti locali nella realizzazione di questo evento, perché credo che la vera bellezza della musica risieda nella sua capacità di unire le persone, di superare le barriere e di celebrare la nostra umanità condivisa. Sarà una serata magica, perché ogni nota suonata è un ricordo condiviso, un’emozione condivisa e un sogno realizzato”, insiste Luca Petrosino.