Tempo di lettura: 2 minuti

Salerno – Fausto Coppi vinse una tappa del Giro d’Italia del 1949 tagliando per primo il traguardo allo stadio successivamente intitolato a Donato Vestuti. 71 anni dopo, sul ponte sul fiume Irno che il campionissimo percorse in direzione di via dei Principati il Comune, sollecitato dall’Associazione culturale “Amici del Sacro Cuore” del presidente Enzo Autuori, decide di intitolare quella infrastruttura (il ponte) a Fausto Coppi. Venerdì mattina il sindaco Enzo Napoli, l’assessore allo sport Angelo Caramanno, il deputato Piero De Luca e il consigliere regionale nonché presidente della Commissione Bilancio Franco Picarone, alla presenza di Enzo Autuori, hanno scoperto (non senza un pizzico di difficoltà…) la targa nominativa. “E’ un sogno che si realizza – dice Autuori – perché Fausto Coppi rappresenta per la comunità salernitana un motivo di vero orgoglio. Questa intitolazione avviene dopo la mostra tematica e prima di un altro evento organizzato in provincia di Avellino. Viatico migliore per prepararsi alla manifestazione ‘pedalando per la città’ del 24 maggio”. Così il sindaco Vincenzo Napoli: “Anche le giovanissime generazioni debbono avere contezza delle gesta dell’eroe italiano che Coppi era. Una icona molto radicata nella coscienza di tutta la nazione, simbolo di uno sport epico perché fatto di sudore, fatica e grande lealtà”.