Tempo di lettura: 2 minuti

Salerno – “Salerno, Illuminate City” cortometraggio di Pappi Corsicato, voluto dalla Regione Campania e prodotto dalla Scabec. Il cortometraggio, della durata di otto minuti, racconta attraverso quattro clip le bellezze paesaggistiche, culturali e le opere delle archistar della città di Salerno. Un viaggio che parte dall’insediamento etrusco, attraversa i periodi medievali dei longobardi e dei normanni, sottolinea le esperienze della scuola medica salernitana, e arriva all’arte contemporanea con installazioni site specific a cura di archistar internazionali. Nel tragitto il Museo Archeologico Provinciale con la Testa di Apollo, l’area archeologica Etrusco – Sannitica di Fratte, la Cattedrale di San Matteo e la sua Crypta, il Parco Salid e la Villa Comunale, i Giardini della Minerva, il Museo Diocesano con i suoi preziosi Avori medievali, la Cittadella giudiziaria dell’architetto brittanico David Chipperfield, la Stazione Marittima dell’architetta irachena Zaha Hadid, la Chiesa di San Giorgio, il complesso archeologico di San Pietro a Corte, il Teatro Municipale Giuseppe Verdi, il Crescent progettato da Ricardo Bofill, il Castello d’Arechi, il Ponte dei Diavoli con gli archi ogiviali, il Salone dei Marmi del Comune di Salerno.

“Il titolo l’ho scelto – spiega Corsicato – perché penso che Salerno sia una città illuminata nel senso che riesce a dare risalto alla propria storia e antichità così come a guardare al futuro con la più esponenziale modernità”.
Il docufilm sarà proiettato nello Spazio Campania, sede istituzionale della Regione Campania a Milano in un’ottica di promozione regionale. Cortometraggio realizzato con la collaborazione di Comune di Salerno, Provincia di Salerno, Salerno Stazione Marittima, Museo Diocesano San Matteo, Teatro Municipale Giuseppe Verdi, l’Arcidiocesi di Salerno, Campagna ed Acerno.