Tempo di lettura: 2 minuti

Il sistema della sanità prima durante e dopo il Covid al centro dell’incontro promosso oggi presso l’ordine dei medici di Salerno per fare il punto di tutto quello che è stato fatto ma anche di tutto quello che resta da fare da parte dei camici bianchi impegnati in prima linea nell’emergenza sanitaria. Un argomento al quale è stato dedicato l’ultimo numero di Salerno medica la rivista redatta dall’ordine che hai affrontato tutti gli aspetti dell’emergenza sanitaria. L’incontro ha consentito di illustrare come cambieranno i punti di medicina del territorio, di raccontare i primi giorni di allarme le fasi successive l’esperienza vissuta dei medici ma anche dai pazienti. 

A margine della conferenza il presidente Giovanni D’Angelo si è soffermato sui recenti casi di contagio registrati nella città di Salerno, in particolare il caso relativo alla dipendente di una banca ed un contagio in una pizzeria sui quali sono in corso degli accertamenti. “È un virus di cui ancora non si sa molto, anche se è chiaro che non ha più grande capacità e forza di trasmissione, forse anche grazie alle misure anti contagio come lavarsi le mani ed il distanziamento- ha detto- stiamo registrando piccoli contagi e la via unica che abbiamo è di rispettare le regole, non è accettabile vedere i comportamenti che stiamo registrando. Fa bene il Governatore ad avere atteggiamenti di durezza e razionalità che consentono di riportare in carreggiata le pecorelle smarrite”.