Tempo di lettura: < 1 minuto

Auletta (Sa) – “Comunicato stampa tardivo e inesatto”. Lo definisce così, il comunicato stampa pubblicato ieri sera dalla Regione Campania sui social, il sindaco di Auletta, Pietro Pessolano, che attraverso un videomesssaggio inviato ai suoi concittadini sulla pagina facebook, spiega l’accaduto e smentisce le informazioni circa le circostanze e i numeri forniti sui contagi da covid-19 nel Vallo di Diano. Secondo la Regione infatti, sarebbero ben tre le persone residenti nel comune di Auletta che tra fine febbraio e i primi di marzo avrebbero avuto contatti diretti con i casi positivi nel Vallo di Diano. Tre persone, messe in isolamento domiciliare dal primo cittadino e sui quali sono stati effettuati i tamponi di cui si attende, però, ancora l’esito. Ma è proprio il sindaco di Auletta, Pietro Pessolano, a smentire quanto dichiarato dalla Regione Campania, sottolineando che si tratta di tre persone entrate in contatto con i casi di covid-19 positivi che si sono registrati nelle scorse settimane al Campolongo Hospital di Eboli e non, come dichiarato dalla Regione e cioè di aver partecipato al raduno religioso di fedeli nel Vallo di Diano.