Tempo di lettura: 2 minuti

Piero De Luca scatenato in aula contro Matteo Salvini. In un durissimo intervento spezzato da applausi e proteste in virtù delle rispettive appartenenze, il primogenito del Presidente della Regione Campania, deputato del Pd ha accusato il leader della Lega di continuare a fare confusione e propaganda. “Non tolleriamo più bugie sul meccanismo europeo di stabilità” – ha dichiarato De Luca che ha ricordato a Salvini di conoscere benissimo la situazione che era stata già affrontata nel precedente governo giallo verde. Le contestazioni successive al suo intervento hanno costretto il presidente della Camera, Roberto Fico, a sospendere i lavori dell’Aula. Agli interventi del presidente della Commissione Bilancio, il leghista Claudio Borghi, e di Giorgia Meloni (FdI), che hanno chiesto al premier Conte di “riferire immediatamente in Aula” ha replicato Piero De Luca del Pd. “Il Trattato è stato negoziato per mesi interi dal governo giallo-verde di cui Matteo Salvini era vice presidente, da dicembre dello scorso, ed ora non potete dire che non eravate al corrente“. I toni si sono accesi, il presidente Fico ha richiamato all’ordine il leghista Edoardo Rixi e ha sospeso i lavori. Prima della ripresa dei lavori, secondo quanto si apprende, il presidente Fico ha convocato una Conferenza dei capigruppo informale. È possibile che si valutino sanzioni nei confronti di alcuni deputati.