Tempo di lettura: < 1 minuto

Olevano sul Tusciano (Sa) – Sono stazionarie le condizioni di Sonia Bianchi, la 34 enne di Olevano sul Tusciano colpita ieri alle spalle, all’altezza del collo, con un coltello dal marito, con cui era in fase di separazione, Massimo Salvatore, 38 anni che poi si è suicidato. La donna, mamma di due figli di 9 e 14 anni, è ricoverata nel reparto di Rianimazione dell’azienda ospedaliera universitaria Ruggi di Salerno, dove i familiari pregano per la sua vita e c’è stato un miglioramento tanto da far valutare di togliere i tubi per  la respirazione. Non si conoscono ancora i motivi che hanno spinto, ieri, Salvatore a quel tragico gesto: forse la gelosia o forse la decisione di Sonia di separarsi definitivamente. Lui l’ha raggiunta a casa, nella frazione di Salitto e, dopo un diverbio, l’ha colpita alle spalle ed è scappato. Solamente dopo un’ora e mezza di ricerche, i carabinieri lo hanno trovato privo di vita. L’uomo si è impiccato a pochi passi dalla casa dove viveva con la moglie ed i figli di 9 e 4 anni.