Tempo di lettura: < 1 minuto

Nocera Inferiore (Sa) – Si chiude con l’archiviazione il clamoroso caso del rapper Clementino, che era stato accusato di aver inneggiato all’uso di droghe leggere durante il concerto tenuto sul palcoscenico nella piazza centrale di Nocera Inferiore il giorno di Capodanno. Il caso, che aveva visto da un lato agenti della Digos perquisire i filmati dell’evento, dall’altro lo stesso cantante scagionarsi dall’accusa mostrando che i gadget che aveva lanciato erano dei semplici portachiavi e non delle dosi di droga come era stato ipotizzato, si chiude con un’archiviazione. Sulla vicenda si registra anche l’intervento del sindaco di Nocera Inferiore, Manlio Torquato che, subito dopo la notizia dell’inchiesta, aveva annunciato di non pagare il cachet del cantante. “Sono contento che una vicenda paradossale abbia avuto l’esito che doveva avere; cioe’ un nulla di fatto. Il comune nel pieno rispetto dei tempi di contratto onorera’ i suoi impegni”.