Tempo di lettura: 2 minuti

Salerno – Dopo gli studenti, anche i genitori dei ragazzi che frequentano l’Istituto Focaccia di Salerno invocano l’intervento del prefetto di Salerno per rimodulare gli ingressi di entrata ed uscita che non coincidono con il trasporto pubblico e stanno complicando il ritorno a scuola degli alunni. Circa due settimane fa, con un presidio che si è svolto sotto gli uffici di piazza Amendola, gli studenti ottennero di essere ricevuti dal vice prefetto. Ma, da allora nulla è cambiato.  Per questo ora sono i genitori a presentare una petizione al Prefetto perché i ragazzi, provenienti anche dalla provincia, non hanno possibilità di un rientro a casa in orari accettabili a causa dell’ assenza di trasporti.

Permanere in via Monticelli per tanto tempo, in attesa della campanella d’ inizio, significa lasciare questi ragazzi alla mercé del maltempo e degli assembramenti, visto che l’unico spazio “protetto” è un piccolo bar, al quale possono accedere per il breve tempo della consumazione – ha dichiarato Rossella Fiore una delle mamme che ha sottoscritto la petizione. Noi genitori siamo preoccupati per i disagi che questa situazione sta procurando ai ragazzi, ricadendo anche sulle famiglie”.
La richiesta al Prefetto è semplice: anticipare l’ingresso e l’uscita in modo da farli corrispondere al passaggio dei pullman potenziati.