Tempo di lettura: 2 minuti

Vietri sul Mare (Sa) – Toccherà al Dipartimento di ingegneria ambientale dell’Università degli studi di Salerno capire se quei buchi e quei vuoti che si vedono nella roccia hanno minato la staticità de “ I due fratelli”.

I due scogli simbolo di marina di Vietri sul Mare, la cittadina che apre le porte della costiera amalfitana sono a rischio. La conferma arriva dalle immagini registrate dal drone Rov, guidato dal professore Emiddio Ventre: lo strumento di proprietà dell’Istituto nautico Giovanni XXIII di Salerno è stato l’occhio attraverso il quale la Prefettura di Salerno, in collaborazione con la Capitaneria di Porto hanno voluto vederci chiaro rispetto alla denuncia partita dal sindaco di Vietri sul Mare Giovanni De Simone e dal presidente della Cna di Salerno, Lucio Ronca che avevano espresso preoccupazione per i danni prodotti dai cacciatori di datteri.

Ed anche all’occhio meno esperto, appare evidente che esistono, sotto il mare, lontano dagli occhi, dei rischi concreti. Martelli ed esplosivi hanno creato danni ai due scogli e lo strumento in dotazione all’Istituto nautico guidato dalla dirigente scolastica Daniela Novi è stato fondamentale. Ora però toccherà all’Università degli Studi di Salerno dire quanto il rischio sia effettivo e che cosa si dovrà fare per ripararlo.