Tempo di lettura: < 1 minuto

Salerno – “Non mi sento più rappresentato da nessuno“: parla con rabbia e delusione Giuseppe D’Ambrosio, il titolare del tabacchi Miscela 65, situato ai confini tra Salerno e Pontecagnano Faiano, uno dei tre locali colpiti da un raid che all’alba di oggi ha portato una coppia di malviventi a danneggiare per pochi spiccioli tre diverse attività. Per la sua attività si tratta del terzo colpo in un anno: due furti ed una rapina a mano armata contro le quali nulla ha potuto il suo sistema di video sorveglianza: ” Cosa devo fare – si domanda oggi retoricamente e con rassegnazione l’imprenditore – devo assumere”. Sull’episodio indagano i carabinieri della compagnia di Battipaglia. I malviventi hanno colpito anche un bar, situato nel distributore Ip nel comune di Pontecagnano Faiano dove hanno asportato un computer che serve per fare ricariche telefoniche, un successivo colpo in un bar tabacchi chiuso dove hanno asportato un registratore di cassa e gratta vinci ed infine del bar Miscela 65, dove hanno sfondato l’ingresso.