Tempo di lettura: 2 minuti

Salerno – Avevano creato una società di trasporto “fantasma” per appropriarsi di merce varia. Con l’accusa di furti e ricettazione, gli uomini della polizia stradale di Napoli hanno assicurato alla giustizia quattro persone. Gli agenti hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Nocera Inferiore Alfonso Scermino, su richiesta del sostituto procuratore Mafalda Maria Cioncarda. Le manette sono scattate ai polsi di Angelo Ferrante 41 anni di Angri;  Giovanni Cava, 70 anni di Sarno; Raffaele Aliberti, 53 anni di Poggiomarino; Giuseppe Nappo, 36 anni di San Giuseppe Vesuviano. Dieci le persone denunciate con l’accusa di concorso del reato di appropriazione indebita di merce. L’operazione portata a termine all’alba di giovedì segue di qualche anno l’indagine effettuata sempre dalla Procura di Nocera Inferiore e che tra il 2014 ed il 2016 portarono all’emissione di altre ordinanze di custodia, a seguito delle quali si era registrato un periodo di calma apparente. Negli ultimi periodi la Polstrada Campania è venuta a conoscenza che alcune persone, utilizzando in maniera fraudolenta una società con sede a Angri, stavano compiendo nuove appropriazioni indebite in danno di aziende di autotrasporto e logistica utilizzando nell’occasione i mezzi commerciali composti dai trattori stradali targati e semirimorchi.