Tempo di lettura: 4 minuti

Salerno – Il Giardino della Minerva tra i dieci parchi e giardini italiani più belli per un inedito viaggio turistico e culturale. Il Comitato Scientifico per la XVI edizione del Concorso “Parco Più Bello” ha, infatti, inserito l’orto botanico salernitano, unico del Sud Italia, tra le dieci meraviglie del Belpaese per una esperienza di “turismo green” 

L’Italia è stata definita il “Giardino d’Europa” e vanta infatti un grandissimo numero di oasi verdi: dai parchi pubblici ai giardini privati che spesso sono veri gioielli nascosti, dai parchi storici ai più moderni giardini contemporanei costellati di opere d’arte all’aperto. Con i suoi oltre 1000 parchi e giardini affiliati, il network www.ilparcopiubello.it offre tutte le indicazioni sui più piacevoli itinerari, luoghi da visitare ed eventi da vivere. 

Ecco l’elenco dei dieci parchi selezionati. 

  • Giardino della Minerva a Salerno (Campania)Un orto “terrazzato” e cinto da mura, ricco di storia e strutturato su cinque grandi terrazzamenti di coltivazione collegati e inquadrati visivamente da una lunga scalea pergolata. Pregevole il sistema di distribuzione dell’acqua, composto di fontane e vasche di accumulo, una per ogni terrazzamento. Il giardino fu sede, nel XIII secolo, di attività sperimentali e didattiche collegate all’antica Scuola Medica Salernitana e, pertanto, può essere considerato l’antesignano degli orti botanici che nei secoli sono stati istituiti.  Vicolo Ferrante Sanseverino, 1, 84121 Salerno SA – www.giardinodellaminerva.it 
  • Giardino Botanico Chanousia (Valle d’Aosta)
  • Parco Burcina “Felice Piacenza” (Piemonte) 
  • Oasi Zegna a Trivero (Piemonte) 
  • Villa della Porta Bozzolo (Lombardia) 
  • Villa Arconati a Castellazzo di Bollate (Lombardia) 
  • Villa Revedin Bolasco a Castelfranco Veneto (Veneto) 
  • Villa della Pergola ad Alassio (Liguria) 
  • Villa Torrigiani a Camigliano (Toscana)
  • Villa Madama a Roma (Lazio) 

I dieci finalisti scelti dalla Giuria racchiudono in sé la spettacolare bellezza e la varietà dei parchi e giardini che arricchiscono la nostra Penisola. Il Comitato Scientifico si compone anche per questa edizione di sei esperti del settore: Vincenzo Cazzato (presidente, Università del Salento, per anni coordinatore del Comitato ministeriale per lo studio e la conservazione dei giardini storici), Alberta Campitelli (già Dirigente dell’Ufficio Ville e Parchi Storici della Sovrintendenza ai Beni Culturali del Comune di Roma), Marcello Fagiolo (già Presidente del Comitato nazionale per lo studio e la conservazione dei giardini storici), Ines Romitti (architetto paesaggista AIAPP-IFLA), Luigi Zangheri (già Presidente del Comitato scientifico internazionale per i paesaggi culturali ICOMOS-IFLA), Margherita Azzi Visentini (Politecnico di Milano). 

Cos’è Il Parco Più Bello  – “Il parco più bello” è un concorso nazionale che ha lo scopo di valorizzare l’inestimabile patrimonio di parchi e giardini presenti nella nostra Penisola, contribuendo a stimolare l’interesse e la sensibilità verso il verde nelle sue forme più alte. Al concorso partecipano tutti i parchi affiliati al Network “Il parco più bello” (www.ilparcopiubello.it), ad oggi oltre 1.000, tra i quali vengono ogni anno selezionate le eccellenze tenendo conto degli aspetti storico-artistici e botanici, dello stato di conservazione, del programma di manutenzione e gestione, della presenza di adeguati servizi, accessibilità e informazioni al pubblico. Il Premio intende promuovere la cultura e la conoscenza di questo nostro inestimabile patrimonio, per far sì che questi beni siano apprezzati non solo da una ristretta cerchia di specialisti, ma soprattutto dai giovani e dal pubblico nazionale e internazionale. Il Concorso, unico del settore in Italia, è ormai giunto alla sedicesima edizione, riscuotendo un interesse e un successo sempre più ampi. Lo dimostrano il numero e la qualità dei partecipanti, nonché l’attenzione da parte della stampa e dei media nazionali, in costante crescita negli ultimi anni. 

I vincitori delle precedenti edizioni: Giardino di Villa Barbarigo a Valsanzibio (2003), Giardino de La Mortella a Ischia (2004), Giardini del Castel Trauttmansdorff a Merano (2005), Villa d’Este a Tivoli (2006), Isola Bella a Stresa (2007), Villa Pisani a Stra (2008), Reggia di Caserta (2009), Parco del Castello di Racconigi (2010), Giardino di Villa Lante (2011), Il Vittoriale degli Italiani (2012), Parco-giardino Sigurtà (categoria Parchi privati, 2013) e Giardino della Villa Medicea di Castello (categoria Parchi pubblici, 2013), Real Bosco di Capodimonte a Napoli (Parchi pubblici, 2014), Villa San Michele a Capri (Parchi privati, 2014), Villa Medici a Roma (Parchi pubblici, 2015), Giardino di Ninfa (Parchi privati, 2015), Villa Borromeo Visconti Litta a Lainate (Parchi pubblici, 2016) e Villa Melzi d’Eril a Bellagio (Parchi privati, 2016), Villa Durazzo Pallavicini a Pegli (Parchi Pubblici, 2017) e Villa La Foce a Chianciano Terme (Parchi privati, 2017). 

Il Concorso “Il Parco più Bello” è un’iniziativa dell’architetto Leandro Mastria, Presidente della Segreteria Organizzativa, con il Patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, del Ministero dell’Ambiente, dell’UNESCO, dell’ACI e con l’adesione del FAI (Fondo per l’Ambiente Italiano), e dell’AIAPP (Associazione Italiana di Architettura del Paesaggio).