Tempo di lettura: < 1 minuto

Salerno – A seguito del ritrovamento di droga nel carcere di Fuorni, Ciro Auricchio, segretario regionale dell’Uspp ha pubblicato una nota in cui afferma: “A finire nella rete dei controlli degli agenti della polizia penitenziaria sono stati sia i detenuti che i loro familiari. Più persone hanno tentato di introdurre ovuli di hashish ai detenuti, tutti familiari recatisi in visita colloquio ma l’intento criminoso è stato bloccato dai cani poliziotto”.

Una problematica che si è ripetuta più volte nel corso degli ultimi mesi: “Si sono registrati continui fenomeni di introduzione di droga e telefoni cellulari all’interno delle carceri di Stato, attività delittuose che hanno visto finire in manette, solo in Campania, decine di persone nonostante la grave carenza di organico il personale di Salerno riesce a garantire l’ordine e la sicurezza”, ha concluso Auricchio.