- Pubblicità -
Tempo di lettura: 2 minuti

Un professionista di chiara fama, profondo conoscitore delle diverse realtà della vita cittadina e vicino al variegato mondo dell’associazionismo cavese.

Il Centrodestra Cavese scalda i muscoli e apre un confronto sulle prossime elezioni amministrative e sul nome del candidato sindaco, capace di essere espressione dei partiti e delle forze civiche.

Ieri sera – nel corso di una riunione tenutasi a cui erano presenti i coordinatori di Forza ItaliaFratelli D’ItaliaNoi Moderati e della civica Siamo Cavesi, oltre che i rispettivi consiglieri comunali – è stata effettuata un’analisi del voto riguardante le elezioni europee che hanno visto, nonostante l’alto tasso di astensione, l’affermazione del centrodestra con circa il 46% delle preferenze cittadine. Il successo elettorale della coalizione rappresenta, per le forze politiche cavesi del centrodestra, un impegno e una sfida e testimonia la presenza di una vastissima corrente di opinione, favorevole ad un cambio di rotta anche a livello di amministrazione locale.

Per questo motivo, le forze cavesi di centrodestra hanno confermato la volontà di rafforzare ulteriormente l’unità di azione che già contraddistingue l’opera quotidiana di opposizione alla compagine amministrativa che attualmente regge la città e di elaborare un programma di governo comune che possa restituire a Cava de’ Tirreni la dignità che le spetta.

Si è discusso, inoltre, delle caratteristiche del prossimo candidato sindaco, che dovrà essere espressione della coalizione. È emersa la necessità di scegliere una persona di indubbio spessore morale e di grande senso civico, che sappia farsi interprete delle reali esigenze dei cittadini e attuare politiche tali da rilanciare l’immagine e l’economia di Cava de’ Tirreni, da anni paralizzata da un’immobilità che ne impedisce la crescita in un momento storico di grandi cambiamenti.

Si è concordato, infine, di organizzare, a partire da settembre, una serie di iniziative politico – amministrative da presentare in Consiglio comunale e nelle diverse commissioni, oltre che di stilare un calendario per eventi pubblici su specifiche tematiche