Tempo di lettura: 3 minuti

Salerno – Toccherà ancora ad Elena Laura Avram guidare la Jomi Salerno nella stagione 2021/22. Una riconferma guadagnata sul campo dalla giovane allenatrice che, al suo esordio tra i senior dopo i brillanti risultati ottenuti alla guida delle formazioni Under, ha già conquistato uno Scudetto, una Coppa Italia ed una Supercoppa. Importanti novità, invece, si registrano all’interno dello staff. Dopo 13 stagioni scandite da straordinari risultati, lascia l’incarico di preparatore atletico il professore Franco Saracino, per anni pilastro dei successi della pallamano salernitana. A raccoglierne l’eredità sarà l’equipe composta dal professor Aldo Chiari e dal preparatore atletico Gaetano Apicella. Confermata Adele De Santis nel ruolo di allenatore dei portieri, new entry quella di Suleiky Gomez che, appese le scarpette al chiodo, entrerà a far parte dello staff tecnico della squadra campione d’Italia. Conferme per Domenico Testa (team manager e responsabile rapporti con le scuole), per il medico sociale Salvatore Telese e per il fisioterapista Raffaele Gallo. In continuità anche la partnership con il Cefisa del Gruppo Forte che si occuperà della parte riabilitativa, post traumi.

Ringrazio la società per la fiducia che ha riposto in me – dice Laura Avramè uno straordinario onore ed un grande onere guidare uno tra i club più titolati in Italia, una responsabilità che avverto sulle mie spalle ogni giorno, ma che condivido volentieri con tutte le persone che lavorano al mio fianco e a tal proposito mi fa piacere salutare con affetto e stima Franco Saracino che è stato al mio fianco, prima da atleta e poi da allenatrice, per tantissimi anni. Al tempo stesso l’auspicio di lavorare in perfetta sintonia con i professionisti che entrano a far parte del nostro gruppo. E’ stimolante, indubbiamente, cominciare un nuovo percorso, anche per chi, come me, vive la quotidianità di questo club da tantissimi anni. A Salerno – aggiunge – mi sento come a casa mia e alle pressioni ormai c’ho fatto il callo. Alla PDO si coniuga un solo verbo come sempre mi ripete la dirigenza: vincere. Era così da giocatrice ed è lo stesso da allenatore. Ci attende una stagione molto impegnativa – conclude Laura Avramin primis perché la società ha deciso di cambiare gran parte della squadra che appena a maggio ha vinto con merito lo Scudetto, poi perché la concorrenza è sempre più agguerrita e motivata, ma anche perché si riparte con uno staff in parte nuovo e per questo da mettere a punto. Ma le sfide non mi hanno mai spaventato, anzi rappresentano il mio carburante quotidiano”.