Tempo di lettura: 2 minuti

Salerno – “Altro che mega-palasport. Se ci sono quei soldi, si ristrutturi la rete fognaria cittadina”. Il Consigliere Comunale Gianpaolo Lambiase entra nel dibattito acceso dalla presentazione, da parte di De Luca, del progetto di costruzione del nuovo palasport in luogo dello scheletro incompiuto presente in zona-Arechi. Afferma: “Ignorando l’abbandono e la scarsa manutenzione dello stadio Vestuti e degli altri impianti sportivi comunali, il Presidente della Regione tre giorni fa ha presentato il progetto e promesso il finanziamento di 27 milioni di euro per il nuovo Palazzetto dello Sport.

A parte i dubbi di esperti del settore sull’utilità (e necessità) del nuovo impianto e sulla effettiva disponibilità finanziaria (i fondi residui destinati alle “Universiadi” pare non superino 1/3 della cifra annunciata), non credo sarà possibile recuperare e riutilizzare il vecchio scheletro in cemento armato, presente sul luogo, esempio di grande opera pubblica ‘incompiuta’.

Con 27 milioni di euro, il Comune di Salerno potrebbe rendere più efficiente e funzionale la rete fognaria cittadina ridotta ad un ‘colabrodo’, che inquina le acque del nostro litorale.

Sarei curioso di capire, avendo il Comune a disposizione una somma così rilevante, se i salernitani fossero consultati a quale intervento darebbero priorità? Al nuovo Palazzetto dello Sport o all’ ammodernamento della rete fognaria cittadina?”.