Tempo di lettura: 2 minuti

Cava de’ Tirreni (Sa) – Il 13 febbraio si è riunito il comitato direttivo sezionale di Forza Italia di Cava de’ Tirreni per discutere della linea politica in vista delle prossime elezioni amministrative: decisa la convergenza sulla candidatura proposta dalla Lega. Il partito azzurro rende noto che “il direttivo ha ribadito l’obiettivo di costruire una coalizione di centrodestra forte ed unita, sul programma e sulle idee, per dare a Cava de’ Tirreni una nuova amministrazione che possa essere vicina ai bisogni della collettività”. Nello specifico: “Forza Italia, nella sua azione di politica locale, ha sempre agito con scelte coerenti, ha animato dibattito, all’interno ed all’esterno, e lo ha sempre fatto mettendo al centro il bene della città; per questo e non per ultimo aveva anche proposto nominativi su cui convergere per la guida della città ma sempre nello spirito di unione delle forze del centrodestra. E sempre per avviare dibattiti costruttivi. L’ambizione è sempre stata quella di costruire una proposta politica valida e contrapposta

Enzo Fasano

all’attuale amministrazione a guida centrosinistra. Questo spirito di servizio è del DNA di Forza Italia ed è presente in tutti i suoi attivisti e contraddistingue il personale politico attivo a Cava de’ Tirreni. Questo aspetto è stato sottolineato nella riunione, anche perché deve essere  il tratto distintivo dell’impegno politico di tutti i candidati, al prossimo Consiglio Comunale. Pertanto il direttivo ha votato all’unanimità per la scelta strategica dell’unità del centrodestra e per quanto riguarda il candidato a Sindaco ha dato indicazioni di gradimento nei confronti del candidato, sostenuto dalla Lega, avvocato Marcello Murolo. Un gradimento che non preclude altre soluzioni e che vuole essere il segnale distensivo per rappresentare lo spirito unitario. Infine il direttivo per la decisione finale delega e si affida al Coordinamento Provinciale, nella persona dell’On. Enzo Fasano, al fine di trovare la soluzione più idonea, che non sia legata ai personalismi ma alla effettiva capacità di trovare il consenso necessario per essere vincenti in questa tornata elettorale”.