Tempo di lettura: < 1 minuto

Salerno – Una struttura in vetro ed acciaio, con ristorante, bar e locali commerciali. E’ quanto previsto in un progetto attualmente al vaglio dell’autorità portuale di sistema del Mediterraneo per dotare anche il porto turistico Masuccio salernitano di una mini stazione marittima in grado di offrire adeguata accoglienza ed assistenza a quanti si servono delle Vie del mare. Un flusso stimato di circa 700 mila persone che attualmente non ha a disposizione neanche dei servizi igienici (esistono delle cabine chimiche) e deve spesso attendere i traghetti tra auto e moto che circolano sul molo. Il progetto, redatto dall’architetto Giovanni Fortunato, prevede due blocchi: uno da 250 metri quadrati, in cui saranno realizzati una sala d’attesa, quattro locali commerciali e servizi annessi. In una secondo blocco di circa 300 metri quadrati saranno invece ospitati una caffetteria, un ristorante e cucina. L’ipotesi, del costo di un milione di euro, sarà realizzata, previa autorizzazione, a spese di privati, in project financing. Sarà la società gestione portuale, guidata da Giuseppe Stanzione, si accollerà le spese chiedendo in cambio una gestione ventennale della struttura, comunque non fissa, che potrà essere utilizzata come punto di ristoro anche durante il periodo invernale.