Tempo di lettura: < 1 minuto

Salerno – Incidente sulla Salerno-Napoli: iscritto nel registro degli indagati il 19enne A.R. che era in auto con Emanuele Manzo, il 18enne, deceduto a seguito del sinistro. L’incidente si è verificato alle 3,20 di domenica mattina, la Fiat 500 sulla quale viaggiavano i due giovanissimi si è ribaltata più volte catapultando fuori dall’abitacolo il 18enne. 

L’autovettura era intestata al 19enne A.R., difeso dall’avvocato Stanislao Sessa del foro di Nocera Inferiore e sentito dagli investigatori avvalendosi della facoltà di non rispondere. Da una prima, sommaria, ricostruzione dei fatti pare che l’automobile viaggiava sulla Salerno-Napoli a oltre 100 chilometri all’ora. All’arrivo dei soccorsi per Emanuele Manzo non vi era nulla a fare, il suo cuore aveva cessato di battere per sempre. L’amico è stato trasferito al pronto soccorso dell’ospedale di Nocera Inferiore dove è stato medicato e sottoposto agli esami tossicologici che pare siano risultati positivi. I due giovani amici tornavano a Scafati da Salerno dove avevano trascorso la serata in una discoteca

Pina Ferro