Tempo di lettura: < 1 minuto

Buccino (Sa) – Dopo quattro mesi di chiusura a causa dell’emergenza sanitaria nazionale da covid19, il museo archeologico nazionale di Buccino riapre i battenti al pubblico, a partire dal 1 luglio.

Intitolato alla memoria del papirologo volcienao, Marcello Gigante, il museo è collocato nella ex sede del convento dei monaci agostiniani le cui stanze ospitano anche la sede del Muncipio. Oltre 5mila infatti, i reperti archeologici esposti su una superficie di 1600 metri quadrati dislocati su quattro livelli.

Reperti che tra qualche giorno, potranno finalmente ritornare ad essere ammirati da storici, studiosi, docenti e appassionati di arte e archeologia, in visita nell’antica città romana di Volcei che ospita il museo archeologico nazionale e il parco urbano dell’antica Volcei, quest’ultimo un vero e proprio museo a cielo aperto che da decenni, convive con il centro urbano moderno della cittadina. Riapertura che segna la ripartenza di un territorio che torna a vivere la normalità dopo il periodo buio dell’emergenza coronavirus. L’area museale sarà aperta al pubblico dalle ore 9 alle ore 13 e dalle 15 alle ore 19 dal martedì alla domenica.