Tempo di lettura: 2 minuti

Nocera Inferiore (Sa) – Su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Nocera Inferiore, la Polizia di Stato, nella serata di ieri, ha dato esecuzione al provvedimento di fermo di indiziato del delitto di omicidio volontario aggravato emesso nei confronti di Giuseppe Passariello (classe 1982).

Il provvedimento cautelare è stato adottato all’esito delle immediate attività di indagine condotte dalla Squadra Mobile di Salerno con ausilio del Commissariato di P.S. di Nocera Inferiore, avviate in seguito all’intervento presso il pronto soccorso del locale Ospedale “Umberto I”, ove durante la notte del 22 giugno scorso era giunta cadavere, tramite autoambulanza del 118, la minore Jolanda Passariello proveniente dal proprio domicilio in S. Egidio del Monte Albino.

All’atto dell’accettazione, la minore presentava varie ecchimosi ed escoriazioni, per le quali – all’esito di un primo esame del corpicino senza vita della piccola, svolto dal medico-legale immediatamente intervenuto – si riteneva necessario approfondire i fatti mediante l’escussione dei genitori, di testimoni e mediante accertamenti specifici.

Allo stato, ferma restando la necessità di attendere l’esito dell’esame autoptico, Giuseppe Passariello, padre della minore deceduta, è gravemente indiziato di ripetuti maltrattamenti che hanno causato la morte della minore Jolanda quale conseguenza delle lesioni dalla stessa riportate, aggravate dall’omissione reiterata dei necessari soccorsi.

Al termine delle formalità di rito Giuseppe Passariello è stato associato alla Casa Circondariale di Salerno.

Immacolata Monti, madre della minore, è indagata in stato di libertà per concorso nella commissione dello stesso delitto.

Il conferimento dell’incarico per l’esame autoptico sulla salma di Jolanda Passariello è stato fissato per le ore 15.00 odierne.