Tempo di lettura: 2 minuti

Pollica (Sa) – Poco dopo la fine dell’estate produrremo una relazione che farà delle critiche e dirà forse alcune verità che differiscono dalle fonti pubbliche le quali hanno riportato finora alcuni fatti che non corrispondono a ciò che è successo davvero“. Lo ha detto il parlamentare Luca Migliorino, coordinatore della delegazione della Commissione parlamentare Antimafia che quest’oggi ha compiuto un sopralluogo sui luoghi dell’omicidio del sindaco di Pollica, Angelo Vassallo, assassinato il 5 settembre del 2010. L’inchiesta sul delitto non si è ancora conclusa e sul caso incombe la prescrizione.
Questo sopralluogo è stato fondamentale – prosegue Migliorino – visitare il luogo dell’omicidio ci ha aiutato moltissimo nella comprensione della vicenda. Redigeremo una relazione che passerà attraverso la plenaria dell’Antimafia prima di essere resa pubblica – aggiunge il coordinatore della delegazione – un lavoro che comincerà a fare chiarezza sulla dinamica dell’omicidio. Ci sono tante persone secondo noi che non sono state sincere fino in fondo, bisogna capire perché queste persone non hanno detto tutta la verità”.
È importante che si faccia presto, ma soprattutto è importante essere qui oggi insieme alla Commissione – afferma Dario Vassallo, fratello del sindaco assassinato e presidente della Fondazione “Angelo Vassallo” -. Ritengo che questo passaggio sia fondamentale, penso che sia il penultimo se non l’ultimo passaggio per arrivare alla verità. Questo incontro con la Commissione Antimafia certificherà il comportamento di uomini delle istituzioni, che noi chiaramente valuteremo dal punto di vista legale. Il nostro compito è quasi alla fine. Una volta che verremo a conoscenza della relazione della Commissione Antimafia, noi muoveremo azione legale in sede civile nei confronti di uomini delle istituzioni, che si sono macchiati del grave crimine di depistaggio su chi ha ucciso mio fratello.
Questi uomini delle istituzioni dovranno pagare non solo il depistaggio, ma anche undici anni della mia vita, dedicati alla ricerca della verità”.