Tempo di lettura: 2 minuti

Pollica (Sa) – Continuano le audizioni in commissione parlamentare antimafia sull’omicidio del sindaco di Pollica, Angelo Vassallo, trucidato con nove colpi di pistola la sera del 5 settembre del 2010 mentre stava facendo rientro a casa a bordo della sua auto.
Dopo il blitz del gruppo di lavoro sull’omicidio Vassallo, in capo alla commissione parlamentare antimafia, guidata dal senatore Nicola Morra e dal parlamentare e promotore del gruppo di lavoro sul caso Vassallo, Luca Migliorino, giunta oggi a Pollica per indagare sul caso ed il cui lavoro si svolge parallelamente all’attività d’inchiesta della Procura di Salerno, prosegue il lavoro investigativo dei parlamentari che il giorno 29 luglio audiranno Antonio Mirra.
Il contenuto dell’audizione, che segue ad una serie di audizioni che hanno visto giornalisti, carabinieri, politici, Istituzioni, essere sentiti sul caso Vassallo, resterà segretato.
Non si escludono però, colpi di scena al termine della stessa.
Resta misterioso il ruolo di Antonio Mirra che il 29 luglio verrà udito in commissione. A questo punto non resta che chiedersi: potrebbe essere Mirra il carabiniere che il 5 settembre 2010, al momento dell’omicidio del sindaco ambientalista, non avrebbe sentito i 9 colpi di pistola che mani armate ed ancora ignote hanno colpito mortalmente il sindaco cilentano?