Tempo di lettura: 2 minuti

di Giuseppe D’Alto

Radunovic 6: nuova disattenzione in uscita nella circostanza del pari del Novara. Nella circostanza il portiere ha un’incomprensione con Vitale. Nel complesso una buona prova.

Mantovani 6: il giovane difensore conferma di essere qualcosa di più di una semplice alternativa ai titolari.

Bernardini 6.5: il leader della difesa richiama all’ordine la squadra nei pochi momenti di sbandamento della partita.

Vitale 6: da centrale soffre un po’ ma alla fine limita i danni

Pucino 6: ritorna titolare e governa l’out destro senza particolari difficoltà.

Minala 7: l’eroe di Avellino giganteggia a centrocampo e recupera palloni su palloni. Incassa un’ammonizione evitabile

Ricci 6.5: l’ex giallorosso fa un passo in avanti rispetto alla partita con il Frosinone ed offre a sprazzi giocate di qualità

Alex 6: il portoghese si accende ad intermittenza ma ha talento e lo fa notare in uno slalom alla Tomba nel corso del secondo tempo.  (36′ st Kiyine sv: pochi minuti per il marocchino );

Sprocati 7.5: il nuovo fenomeno granata. Arrivato in punta di piedi nel gennaio scorso, l’esterno ha dimostrato in questi mesi di essere un potenziale campione. Dopo gli assist stanno arrivando anche i gol: la Lazio l’ha già prenotato per la prossima stagione. (29′ st Rosina sv: il suo ingresso non incide più di tanto).

Rossi 7: l’attaccante scuola Lazio dimostra di meritare la maglia da titolare. Al centravanti manca solo il gol. In compenso lo fa fare. Maestosa l’azione che porta Sprocati alla doppietta. Un panzer che gioca per sé e per i compagni.

Gatto 7: torna titolare e giganteggia sulla fascia. Nel primo tempo va anche a bersaglio e conferma di poter essere una risorsa importante per Bollini (25′ st Odjer 6: dà sostanza e dinamismo a metà campo nel finale di partita).

Bollini 7: A Novara la Salernitana gioca con la mentalità vincente. Modella tatticamente la squadra senza paura dell’avversario. La sua mano si vede.