Tempo di lettura: < 1 minuto

Salerno – Artista, socialista, pescatore. Aria, acqua, fuoco. Marco Petillo è mirabile esempio di come davvero sia possibile coniugare tre ‘vite’ in una. Passioni che sovrappone: quando è a pesca parla di politica proprio come allorquando ‘crea’ pianifica le uscite in mare e così via riuscendo, ogni volta, ad arricchirle.

Succede allora che spesso, in sella al suo potente ‘custom’, gli capiti di cambiare direzione. Diretto al porto, inverte la marcia per raggiungere il laboratorio artistico del Carmine mentre il sigaro lascia evaporare i pensieri abbandonati per sviluppare nel vivo fuoco quelli da realizzare.

Le opere partorite sono davvero tante. Un compendio se ne avrà dalle ore 19 di sabato 7 alle ore 19 di  domenica 22 agosto presso la Fondazione Alario per Elea Velia di Ascea Marina. Marco Petillo presenterà la sua personale d’arte. Dalla ‘sua’ Salerno alle radici del ‘suo’ Cilento. Tra aria, acqua, fuoco.