Tempo di lettura: < 1 minuto

Salerno – De Luca come mai visto prima. Sale sul palco di Piazza della Libertà e pochi secondi dopo aver preso la parola, ricorda la “durezza di questo anni per me, per i miei figli Piero e Roberto“. Si ferma. Un groppo in gola, si commuove. Succederà anche dopo, quando parlerà di Salerno. Il 21 settembre la piazza sarà dedicata a San Matteo. Oggi i salernitani dedicano a lui il tributo. Quando sul wallpaper scorrono le foto di quel che c’era, lui non guarda (lo farà solo un’ora dopo). Quelle immagini ce le ha impresse nella mente. In prima fila tutti coloro che con lui, in qualità di assessori comunali, sono usciti indenni dal processo per il condominio privato che De Luca nomina una sola volta. “Piazza della libertà ha cambiato la mia vita, cambierà i destini di questa città“. La gente, entusiasta dell’opera, crede e applaude. La gente crede a tal punto che qualcuno, durante il giro perimetrale, augura al Governatore di diventare “Presidente della Repubblica“.