Tempo di lettura: 3 minuti

Salerno – Ha avuto luogo ieri la decima Giornata Nazionale delle Piccole e Medie Imprese (PMI DAY – Industriamoci), organizzata da Piccola Industria di Confindustria con il supporto del Comitato Piccola Industria di Confindustria Salerno e rivolta al mondo della scuola.L’esperienza in azienda, offre agli studenti l’opportunità di vedere da vicino la realtà produttiva e di conoscere l’impegno e il talento che gli imprenditori condividono con i propri collaboratori nella realizzazione di prodotti e servizi, i risultati raggiunti e i progetti futuri.Per gli imprenditori, il PMI DAY rappresenta il momento per condividere con i giovani il loro impegno a favore della diffusione della cultura d’impresa.

Anche quest’anno, l’iniziativa – dichiara Gerardo Gambardella Presidente del Comitato Piccola Industria di Confindustria Salerno – ha come focus principale la lotta alla contraffazione e all’Italian Sounding, sempre più centrale nel dibattito sulla crescita economica e sull’occupazione. L’impatto di tale fenomeno, risulta particolarmente rilevante in Italia, paese a spiccata vocazione manifatturiera. Tutti i settori sono interessati: agroalimentare, beni di lusso, di largo consumo, farmaceutico, arredamento, alta tecnologia, macchinari, componenti. Le conseguenze sulla salute e sulla sicurezza sono particolarmente evidenti in alcuni di essi, ma complessivamente la contraffazione rappresenta un “costo” per l’intero sistema paese che incide sulla competitività del Made in Italy, sulla sicurezza e sull’ordine pubblico, sull’immagine dell’Italia, sul mercato del lavoro, sulla capacità di attrarre investimenti, oltre che in termini di perdita del gettito erariale. E costa, soprattutto, in termini di legalità, per il suo triste connubio con la criminalità organizzata.”Inoltre, è stato portato nuovamente all’attenzione dei ragazzi, il tema della Resilienza, non solo intesa come reazione ad una situazione di emergenza, quale quella di risposta alle calamità naturali, ma soprattutto come capacità di un’impresa di reagire ad un evento inatteso, economico, generazionale, e ri-organizzarsi al fine di recuperare struttura, funzioni e relazioni interne e esterne mantenendo la propria identità”. Undici le aziende salernitane che hanno aderito al Pmi Day: Bioplast srl di Fisciano; Convergenze spa di Capaccio; Salerno Container Terminal spa di Salerno; Tekla srl di Sarno ; Jcoplastic spa di Battipaglia ; Casa di Cura Privata Salus spa di Battipaglia; Essenia Uetp srl di Salerno; Arti Grafiche Boccia spa di Salerno; Rcs – Radio Castelluccio di Salerno; Picone srl di Prignano Cilento; Mate Consulting di Salerno.Le scuole partecipanti all’iniziativa sono: Istituto di Istruzione Superiore Cuomo Milone (Nocera Inferiore); Liceo Scientifico G. B. Piranesi (Capaccio); I.I.S. “Mattei-Fortunato” (Eboli);  Istituto di Istruzione Superiore “Enzo Ferrari” e Liceo Scientifico Linguistico Classico Statale “E. Medi”– Battipaglia; Istituto Istruzione Superiore Trani Moscati, Liceo Classico Torquato Tasso e Alfano 1, IIS Basilio Focaccia (Salerno); IIS Vico De Vivo (Agropoli).