Tempo di lettura: 4 minuti

Estate calda per la politica salernitana. Le posizioni si intrecciano con i fatti del giorno.

FdI, Ius Soli – Tra i partiti più attivi certamente Fratelli d’Italia che, ieri, è scesa in piazza anche a Cava de’ Tirreni per una raccolta-firme contro lo Ius Soli. La petizione contro la legge sulla cittadinanza italiana promossa dal partito di Giorgia Meloni è intitolata “No allo ius soli: firma qui…”. L’iniziativa, svoltasi in Corso Umberto I, ha suscitato molto interesse e consensi anche da parte di consiglieri comunali di altre aree politiche, di cavesi e cittadini provenienti da comuni limitrofi. “La risposta della comunità metelliana è stata molto positiva – afferma in una nota il coordinamento cittadino di FdI-An – I cittadini sono stanchi delle politiche buoniste del Pd che hanno determinato un’emergenza immigrazione senza precedenti. La cittadinanza italiana si conquista, non può e non deve essere un automatismo. Per questo, continueremo la nostra battaglia, anche con un nuovo momento di raccolta firme”. All’iniziativa erano presenti, tra gli altri, Imma Vietri, coordinatore provinciale di FdI-An, i consiglieri comunali Renato Aliberti e Clelia Ferrara, il coordinatore cittadino Fabio Siani, il presidente provinciale di Gioventù Nazionale, Domenico Masullo, e Vincenzo Avagliano, componente del direttivo cittadino di Fdi-An.
FdI, migranti – Intanto, sempre in casa FdI, il deputato Edmondo Cirielli torma sugli episodi di violenza causati dai migranti in provincia di Salerno: “Il tentativo di violenza subito a Capaccio da una candidata alle ultime amministrative in una delle liste a sostegno del sindaco Franco Palumbo da parte di un extracomunitario è molto grave e conferma quanto ripetiamo da tempo: c’è un’emergenza e l’urgente bisogno di intervenire rispetto al fenomeno dell’immigrazione incontrollata, alimentato dalle politiche buoniste del Pd”, dice. “Presenterò un’interrogazione parlamentare per capire quali provvedimenti il governo intenda adottare in merito. Non è la prima volta che accadono simili vicende che minano la tranquillità e la sicurezza di queste comunità. Paradossale che il primo cittadino si dica sdegnato per l’accaduto. Se la prenda e alzi la voce con il suo Pd, partito degli immigrati illegali, che tanti danni sta facendo ai nostri territori”.

PD, Orfini a Cetara – Matteo Orfini sarà ospite alle ore 20.30 di domani, martedì, in piazza San Francesco a Cetara nell’ambito della XI edizione di ..incostieraamalfitana.it. In collaborazione con il Comune di Cetara e l’Istituto “Galante Oliva” di Nocera Superiore, l’Associazione Polis SA Navigando controvento presenta “Il centro si guarda meglio dalla periferia”, saggio a più mani edito dallo stesso sodalizio. Con la presenza di Michele Grimaldi e Francesco Saverio Minardi, due degli autori dell’antologia e del curatore della stessa Mimmo Oliva ne parleranno Matteo Orfini, presidente nazionale del Partito Democratico e Alessandra Clemente, assessore alle politiche giovanili del Comune di Napoli.
Perché provocatorio, destabilizzante, di certo stimolante è il fulcro del dibattito che “Il centro si guarda meglio dalla periferia” intende alimentare: la periferia non è e non è solo quella geografica. Periferia è concetto che va dalla dimensione urbanistica a quella socio-culturale, dalla visione storico-evoluzionistica e quella antropica. L’XI edizione della Festa del Libro in Mediterraneo, dedicata ai bambini di Amatrice e di Aleppo, si fregia quest’anno anche del patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri e della Commissione Europea.

PD, Emiliano, Daniele e Valiante a Napoli – “Questo pomeriggio alle ore 17.30, presso l’Hotel Ramada a Napoli, con Michele Emiliano incontreremo iscritti e militanti che seguiranno l’amico consigliere regionale, Gianluca Daniele nell’adesione al  progetto di Fronte democratico, per un Pd dialogante ed inclusivo, soprattutto nel Mezzogiorno. Napoli è la capitale del Mezzogiorno dove il Pd ha registrato pesanti sconfitte elettorali. Noi vogliamo rilanciare e rinnovare il progetto politico del Pd partendo da quei territori dove più di ogni altro c’è bisogno di buona politica”, lo dichiara Simone Valiante, deputato salernitano del PD e coordinatore regionale di Fronte democratico. “Gianluca e’ una delle migliori energie della sinistra riformista napoletana, che ha ricevuto un grande consenso popolare alle scorse elezioni regionali. Con Gianluca Daniele insediamo una rappresentanza autorevolissima in consiglio regionale e diamo una spinta decisiva al rilancio del Pd napoletano, presentando anche nuove proposte per il governo regionale che si avvia al ‘tagliando’ di metà legislatura”, conclude Valiante.