Tempo di lettura: < 1 minuto

Salerno – Individuare un codice di comunicazione unitario che consenta di non generare allarmismo nella popolazione. Questo quanto chiesto al tavolo dal prefetto di Salerno Francesco Russo. All’incontro erano presenti i vertici dell’Asl e dell’A.O.U. Ruggi di Salerno, Mario Iervolino e Vincenzo D’Amato ed i rappresentanti di Questura, Carabinieri, Finanza, Capitaneria di Porto ed i sindaci di Salerno, Cava de’Tirreni, Eboli, Nocera Superiore, Nocera Inferiore e Battipaglia, oltre ai presidenti dell’Ordine dei medici e farmacisti e della provincia di Salerno.

Il Prefetto ha chiesto alle persone che sospettano di aver subito uno contagio. Il prefetto ha chiesto alle persone che sospettano di aver subito un contagio di rivolgersi come primo aiuto ai medici di base. Domani il Prefetto di Salerno tornerà in regione per un vertice tra tutte le prefetture, mentre mercoledì mattina alle 10 ha ridato appuntamento ai rappresentanti del territorio della provincia di Salerno. Si studia un manifesto unitario con le stesse indicazioni da sottoporre all’attenzione dei cittadini, ed evitare scelte unilaterali come quelle di alcuni sindaci di chiudere le scuole per interventi di santificazione.