Tempo di lettura: 1 minuto

Montano Antilia (Sa) – Secondo l’ultimo rapporto Svimez “tra il 2002 e il 2017 oltre 2 milioni di persone sono emigrate dal Mezzogiorno, di cui 132.187 nel solo 2017”. Di queste ultime “66.557 sono giovani (50,4%, di cui il 33,0% laureati, pari a 21.970)”. Per Svimez “la ripresa dei flussi migratori rappresenta la vera emergenza meridionale”.

Numero che non sono certo una novità per il piccolo Comune cilentano di Montano Antilia, tanto che ripropone, fino al 14 agosto, la… Festa dell’Emigrante. Montano Antilia negli ultimi 68 anni ha conosciuto la drastica riduzione di un terzo della popolazione originaria, passando dai 3.017 abitanti del 1951 ai 2.026 del 2017 (ultimo censimento), nonostante l’arrivo di gruppi – oramai stanziali – di stranieri.

Una festa che – sociologicamente – ambisce ad esorcizzare attraverso una conviviale allegria un fenomeno triste; ‘festa’ che proprio qui, più che ogni altro luogo, trova la sua ragion d’essere.