Tempo di lettura: 2 minuti

Salerno – L’impressione è che tra lo stadio Arechi (foto) e lo stadio San Paolo esista molta più ‘distanza’ dei circa 70 chilometri stradali. Caso-Universiadi a parte, il riferimento è alla gestione della mobilità in occasione delle gare interne. Laddove le prassi diventano modello qualche interrogativo sorge. Lo stadio San Paolo è immerso in pieno centro urbano nel quartiere Fuorigrotta; lo stadio Arechi spicca in una zona scarsamente abitata e facilmente controllabile dalle Forze dell’Ordine. Entrambi gli impianti assicurano i livelli previsti dalla normativa in ordine alla sicurezza, in particolare, del settore ospiti. Anzi: all’Arechi addirittura il percorso viario è esclusivamente dedicato a questa esigenza. Quando però sono annunciati non trascurabili arrivi di tifoserie ospiti ritenute ‘ostili’ dall’apposito osservatorio, le Questure si comportano in maniera opposta nella gestione dei flussi di spettatori di casa. A Salerno viene sistematicamente chiusa la stazione-Arechi della metropolitana senza che sia parallelamente predisposto un servizio di bus sostitutivi; a Napoli l’orario dei treni della metropolitana viene invece prolungato per rispettare le esigenze della tifoseria azzurra. A Salerno tutto è demandato alla Questura, a Napoli la ‘regia’ è della Regione Campania che interloquisce sistematicamente con tutte le parti coinvolte. Tanto che, per sabato 18 gennaio, Trenitalia fa sapere: “Corse metropolitane straordinarie dopo l’incontro di calcio Napoli – Fiorentina di sabato 18 gennaio. Su richiesta della Regione Campania, Trenitalia (Gruppo FS Italiane) farà circolare treni metropolitani della Linea 2 oltre il consueto orario di termine del servizio. A gara ultimata, a intervalli di circa 10 minuti e in relazione all’afflusso dei viaggiatori, quattro corse straordinarie partiranno dalla stazione di Campi Flegrei verso Napoli Piazza Garibaldi e Gianturco in orario compreso tra le 22.50 e le 23.20. In direzione Pozzuoli, invece, previsto un solo treno straordinario con partenza programmata alle 23. Il biglietto del treno, che è preferibile procurarsi in anticipo per evitare code o attese prolungate allo sportello, si potrà acquistare anche nella biglietteria di Campi Flegrei. Sarà ammesso a bordo solo chi esibirà regolare biglietto di viaggio al personale ferroviario che, in collaborazione con la Polfer, indirizzerà i viaggiatori verso le banchine delle metropolitane in partenza. La fermata di Piazza Leopardi sarà chiusa dalle 22”. Una settimana dopo, in occasione di Salernitana-Cosenza, sarà pressoché scontata la limitazione della metro alla stazione Arbostella. Tifoserie di serie A e di… serie B?