Tempo di lettura: 3 minuti

Salerno – Il Comune risponde: “Piazza Alario, un intervento di alta qualità ambientale ed urbanistica. No a strumentalizzazioni. Andiamo avanti”. A metà mattinata l’Amministrazione Comunale decide di intervenire, in maniera netta, visto il tourbillon di polemiche che il montaggio del cantiere di Piazza Alario aveva suscitato già dalle prime ore di lunedì 30 novembre. Implicita anche la risposta anche agli 11 consiglieri che, di fatto dissociandosi dall’azione dell’Amministrazione, si sono schierati sulla posizione del ‘no’ arrivando a chiedere un consiglio comunale monotematico e il fermo cautelativo del cantiere.

La nota diffusa da Palazzo di Città descrive, chiaramente, punto di vista e motivazioni della scelta. Si legge: “L’intervento dell’Amministrazione Comunale di Salerno su Piazza Alario è di alta qualità urbanistica ed ambientale. Il Comune di Salerno ha deciso di investire risorse importanti per restituire all’antico decoro ed alla fruizione collettiva un angolo della città che conosceva occasioni di degrado più volte, giustamente, segnalate dagli stessi residenti.

Nei mesi precedenti l’Amministrazione comunale ha ascoltato i cittadini del quartiere e si è confrontata anche con alcuni componenti del Comitato che oggi contestano l’intervento. Abbiamo valutato le loro osservazioni di merito e acquisito, dai cittadini, tantissime considerazioni di assoluto gradimento e qualche critica come è normale che accada ogni qualvolta si decida un intervento d’interesse collettivo.

Il confronto e la condivisione sono fondamentali. Ma poi, in democrazia, chi governa ha il dovere di fare sintesi e scegliere per il meglio procedendo senza farsi impantanare in discussioni eterne e strumentali. Noi andiamo avanti senza farci intimidire dai seguaci dell’Italia del No e dei ricorsetti a tutto che hanno già fatto tanti danni nel nostro Paese e nella nostra città.

Il progetto è stato definito di concerto con la Soprintendenza e la sua esecuzione sarà oggetto di attenta e minuziosa valutazione da parte dell’Amministrazione Comunale con particolare riguardo per l’utilizzo di materiali ecocompatibili ed il rispetto dell’elegante fisionomia e funzione originaria della piazza. Tale caratteristica originaria della piazza che la rende tanto preziosa ed amata, sarà arricchita dalla presenza di alcune giostrine per i bambini richieste e condivise da centinaia di famiglie del centro cittadino. Nel contempo sarà condotta un’attenta analisi fitologica sul patrimonio arboreo e l’eventuale messa a dimora di ulteriori essenze.

Appare assolutamente inopportuno ed intempestivo, pertanto, sottoporre a critiche preventive e pretestuose un intervento di riqualificazione (che comporta anche un impegno di spesa importante per l’Amministrazione e la collettività) senza conoscerne, anzi travisandone i contenuti effettivi.

Siamo concentrati a creare le condizioni per favorire la ripartenza sociale ed economica della nostra città non appena questa pandemia sarà terminata.

Accettiamo critiche e confronto. Ma poi bisogna decidere ed agire. Invitiamo tutti a partecipare allo sforzo della ripartenza. Non consentiremo a nessuno di rallentare, per mera speculazione politica e tatticismo pre-elettorale, questo processo che stiamo attuando nell’interesse della città e dei nostri concittadini”.