Tempo di lettura: 3 minuti

Salerno (Sa) – Nel terzo trimestre il traffico dei container a Napoli è aumentato del +12,5% e a Salerno è calato del -8,3%. Nei primi nove mesi del 2019 i porti del Tirreno Centrale hanno movimentato 25,2 milioni di tonnellate di merci (+3,7%). 
Container – Nel terzo trimestre del 2019 il porto di Napoli ha movimentato un traffico dei container pari a 169mila teu, con una progressione del +12,5% sul periodo luglio-settembre del 2018 mentre l’altro principale scalo portuale campano di Salerno ha movimentato 101mila teu, con un calo del -8,3%.
Nei primi nove mesi del 2019 il traffico dei container nel porto di Napoli è stato pari a 508mila teu, con un rialzo del +21,6% sul corrispondente periodo dello scorso anno, per un totale di 5,0 milioni di tonnellate di carichi containerizzati movimentati (+17,4%). A Salerno il totale è stato di 309mila teu (-10%) per 3,8 milioni di tonnellate movimentate (-10%).

Crociere – In questo segmento il traffico nel porto di Napoli è stato di 589mila passeggeri, in crescita del +37,4%, mentre nel porto di Salerno l’incremento è stato del +30,8% essendo stato registrato un traffico di 44mila crocieristi. I primi nove mesi di quest’anno sono stati archiviati dal porto di Napoli con quasi 1,1 milioni di passeggeri (+30,1%) e dal porto di Salerno con 76mila passeggeri (+14,7%).

Vie e Autostrade del Mare – Quanto al traffico dei passeggeri dei servizi marittimi locali e dei traghetti, il totale a Napoli è stato di 5,7 milioni di passeggeri (+1,3%), di cui 695mila dei traghetti (-5,2%), e a Salerno di 825mila passeggeri (+18,4%), di cui 194mila dei traghetti (+28,6%).

Altre merci – Nel periodo gennaio-settembre del 2019 il porto di Napoli ha movimentato inoltre quasi 4,1 milioni di tonnellate di rinfuse liquide (+2,9%), di cui 3,0 milioni di tonnellate di prodotti petroliferi raffinati (+4,3%), 834mila tonnellate di prodotti petroliferi gassosi, liquefatti o compressi e gas naturale (+6,1%) e 59mila tonnellate di altri carichi liquidi (-17,4%), e 790mila tonnellate di rinfuse secche (-0,7%), di cui 301mila tonnellate di cereali (+14,5%), 154mila tonnellate di prodotti metallurgici (-29,3%) e 334mila tonnellate di altre rinfuse solide (+9,0%). Nel settore dei rotabili a Napoli il traffico è stato di quasi 4,1 milioni di tonnellate (-1,9%).
Nei primi nove mesi di quest’anno il porto di Salerno ha movimentato 132mila tonnellate di rinfuse solide (+26,1%) e 6,2 milioni di tonnellate di rotabili (+5,1%).
Complessivamente nel periodo gennaio-settembre del 2019 i tre porti amministrati dall’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale (Napoli, Salerno e Castellammare di Stabia) hanno movimentato 25,2 milioni di tonnellate di merci (+3,7%), incluse 752mila tonnellate di merci convenzionali (-11,5%).

Fonte: http://www.informare.it/