Tempo di lettura: 2 minuti

Pollica (Sa) – “Adesso inizia la battaglia”. Ha esordito così ieri sera, sulla sua pagina Facebook, il senatore emiliano del Gruppo Misto, Matteo Richetti che ieri ha depositato la proposta di istituzione di una commissione parlamentare d’inchiesta sull’omicidio del sindaco pescatore di Pollica, Angelo Vassallo. Iniziativa già annunciata nei giorni scorsi dallo stesso Richetti che ha aderito all’appello ai parlamentari emiliani, avanzato dal sindaco Pd della città di Fiorano Modenese, Francesco Tosi, che aveva chiesto a senatori e deputati emiliani, di farsi promotori di una commissione parlamentare d’inchiesta sull’omicidio di Angelo Vassallo. Ambientalista, il sindaco di Pollica venne trucidato con nove colpi di pistola la sera del 5 settembre 2010 mentre stava facendo rientro a casa a bordo della sua auto. Oggi però, a nove anni e mezzo dall’atroce assassinio, ancora non si conoscono mandati ed esecutori dell’omicidio del primo cittadino cilentano sul quale indaga la Procura della Repubblica di Salerno. Proposta di legge dunque, volta all’istituzione di una commissione parlamentare d’inchiesta sull’omicidio di Angelo Vassallo per fare luce sulla morte del primo cittadino, a cui hanno aderito e firmato al documento stilato da Richetti, anche il senatore del Movimento Cinque Stelle e membro della commissione industria, commercio e artigianato del Senato, Gabriele Lanzi, e la senatrice di Italia Viva, Laura Garavini. 

                                                                                                     Mariateresa Conte